Bucovina angolo di paradiso

Bucovina angolo di paradiso
Bucovina angolo di paradiso

Bucovina angolo di paradiso: Popolo cristianizzatosi presto, ma costretto per secoli ad affrontare la dominazione di paesi dai culti diversi, i romeni hanno sentito il bisogno di mostrare la loro spiritualità attraverso edifici religiosi conservatisi sino ad oggi. Le terre della Bucovina a nord-est accolgono i più bei luoghi di culto di tutta la Romania.
Qui troverai 22 monasteri affrescati tra il XV e il XVI secolo con una tale maestria, che neppure oggi ne sono stati rivelati tutti i segreti. Otto di loro sono stati inclusi nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
Se vuoi vedere sin dal principio quanto c’è di meglio, allora la prima tappa del tuo percorso in Bucovina sarà il monastero di Voroneţ, situato a circa 6 km da Suceava.

Soprannominato “la Cappella Sistina d’Oriente”, il monastero stupisce ancora oggi soprattutto grazie alla sfumatura di azzurro intenso (“azzurro di Voroneţ”) con cui sono state affrescate le pareti interne ed esterne. Non è ancora stata trovata l’esatta composizione del pigmento.
E se la pittura ti ispira, puoi partecipare agli atelier artistici organizzati dalle monache, proprio al monastero. Continua la tua visita con il monastero di Suceviţa, luogo di culto dall’aspetto di fortezza, risalente al 1581. L’edifcio possiede la maggior quantità di affreschi dei monasteri della Bucovina.
Prosegui poi verso Moldoviţa, con i suoi quadri impreziositi da pennellate azzurre e dorate. Gli affreschi più importanti del monastero sono “L’assedio di Costantinopoli” e “L’albero di Gesù”. Questi rappresentano  la genealogia della famiglia del Salvatore, uno dei più diffusi temi spirituali europei del Medioevo.
Dal tuo percorso non può mancare il monastero di Humor, di dimensioni modeste, ma dalla preziosa collezione di icone risalenti al XVI secolo.

 

Video: Bucovina angolo di paradiso

Condividi l'articolo!

Lascia un commento