Bucarest Capitale della Romania – Guida

Bucarest
Bucarest

Bucarest, capitale della Romania (in romeno București), è la settima città più popolosa dell’Unione Europea. Il numero di abitanti di Bucarest è infatti di quasi 2 milioni. Bucarest è situata nella parte sud-orientale della Romania, al centro della pianura valacca, tra il Danubio e i monti Carpazi. La città di Bucarest è attraversata dal fiume Dimbovita, affluente dell’Arges,  e da un affluente del Dîmbovita, il Colentina.

Bucarest – Clima:

A Bucarest il clima è di tipo continentale umido con inverni freddi e ventosi ed estati calde con occasionali forti temporali. Il mese più freddo solitamente è Gennaio con una temperatura medi minima di -5.5° C e una temperatura medi massima di +1.5° C. La capitale romena si trova in pianura e lontana dal mare, di conseguenza in estate il caldo può toccare temperature massime di 40° C, mentre in inverno si può arrivare anche sotto i -20° C.

Bucarest Toponimo:

Pare che il nome della città derivi dalla parola “bucurie”, che in rumeno significa felicità, gioia.

Un’altra ipotesi è invece legata a una leggenda, secondo la quale il nome di Bucarest viene da un pastore che si chiamava Bucur, il quale si fermò con il suo gregge di pecore sulle rive del fiume Dâmboviţa.

Un’altra leggenda racconta invece di un povero boscaiolo che abitava insieme a una bella ragazza di nome Dâmboviţa. Un giorno, un principe si perse nel bosco e incontrando la bella Dâmboviţa le chiese aiuto per ritrovare la strada del ritorno. La bella ragazza lo aiutò, accompagnandolo fuori dal bosco. Il principe, estasiato dalla bellezza della giovane donna, le chiese di sposarlo. Dâmboviţa gli rispose che era già impegnata con un ragazzo che si chiamava Bucur. Il principe, in segno di riconoscenza per l’aiuto ricevuto, le fece omaggio di un coltello ed una trottola in legno dicendole che se la faceva ruotare le avrebbe avverato i desideri espressi. La ragazza tornò dal suo fidanzato e infilò il coltello nella roccia da dove sgorgò una fonte di acqua purissima come le lacrime di Dâmboviţa. Per questo motivo il fiume prese il nome della ragazza e la città quello del suo fidanzato Bucur.

Bucarest – Economia:

Bucarest è il cuore finanziario, industriale, culturale e commerciale della Romania. Nella capitale romena abbiamo un quarto della produzione industriale del paese. La città ha avuto un’importante progresso economico soprattutto a partire dal 2005, grazie ad un rapido sviluppo delle costruzioni immobiliari, di uffici e centri commerciali. Bucarest è inoltre il più importante nodo ferroviario, stradale ed aereo della Romania. Essendo un importante centro universitario, Bucarest attrae tantissimi giovani da tutta la Romania. Questo ha portato negli anni allo sviluppo di diversi progetti immobiliari. Si calcola che nei prossimi 10 anni l’area metropolitana di Bucarest aumenterà di circa 20 volte e comprenderà quasi 90 comuni. Questo sviluppo immobiliare è sicuramente agevolato dai bassi tassi di interesse.

Bucarest – Infrastrutture e trasporti:

La capitale della Romania ha la maggiore rete di trasporti del paese. Dalla capitale partono le principali autostrade del paese. Bucarest è il principale nodo ferroviario delle ferrovie romene, da dove partono ed arrivano giornalmente circa 300 treni per il traffico passeggeri provenienti da diverse località rumene e da città europee. Bucarest ha sei stazioni ferroviarie: Gara de Nord, Gara de Est, Basarab, Obor, Baneasa e Progresu.

La rete urbana della capitale è servita da una rete di autobus, filobus e tram. Nella capitale è presente una Metropolitana lunga 71 km con 48 stazioni, quattro linee già in funzione e due in costruzione.

Gli aeroporti cittadini sono 2: L’Aeroporto Henri Coandă situato nel vicino paese di Otopeni poco a Nord della città, dove abbiamo il traffico internazionale della grandi compagnie aeree e attualmente è l’unico aeroporto attivo. L’aeroporto Aurel Vlaicu dal marzo 2012 è stato chiuso al traffico anche delle low-cost (dirottate su Otopeni).
Attualmente l’Aeroporto Henri Coandă non è collegato con la rete metropolitana della città.

Visitare Bucarest

Visitare Bucarest in un giorno:
Considerato l’estensione della città, andate al Palazzo del Parlamento per partecipare a una visita guidata. Poi dirigetevi lungo Calea Victoriei e visitate il Museo Nazionale di Arte. A questo punto sedetevi a bere una birra nel Giardino Cişmigiu e trascorrete la serata nel centro storico (Lipscani).

Visitare Bucarest in tre giorni:
Dopo il primo giorno, trascorrete il secondo giorno passeggiando nel Parco Herastrau e visitate il Museo Nazionale del Villaggio, un museo all’aperto nella parte occidentale del parco. Camminate lungo la graziosa Şos Kisele , fermandovi ad ammirare l’Arco di Trionfo e visitate il Museo del Contadino Romeno. il terzo giorno prendete in considerazione una gita al Lago di Snagov per visitare il luogo in cui riposa il conte Dracula, o meglio Vlad Ţepeş.

Numeri di telefono utili:
112 per il centralino nazionale operativo per le emergenze;
961 per le ambulanze e il pronto soccorso;
955 per la Polizia;
981 per i Vigili del Fuoco;
972 informazioni per gli appelli internazionali;
951 per le informazioni generali;
931 per le informazioni telefoniche;
021-2222222 per il soccorso stradale.
Link utili:

Mappe della Romania

Cosa visitare nella capitale romena

Taxi: Meridian Taxi    Speed Taxi   Taxi 2000

Bucarest city Tour video:

 

Condividi l'articolo!

Lascia un commento